13
Feb
16

Il tradimento è d’obbligo a San Valentino

images (11).jpgPuntuale come l’herpes prima di una cena importante o come l’unghia incarnita prima d’inforcare un tacco dodici, ecco San Valentino, giorno dedicato alla passione amorosa e pare anche sfrenata, però extraconiugale. Chi crede  che questo giorno sia dedicato alla propria partner ufficiale è un po’ fuori strada. Alcune ricerche dimostrano che spesso è l’amante colei che più vieneimages (12) coccolata nella festa degli innamorati, quella che riceve i regali più costosi, le telefonate di fuoco, per non palare delle chat, trasformando San Valentino nel giorno perfetto per il tradimento senza sospetto. Intendiamoci, la cena sarà con la donna ufficiale, durante il giorno però, non le verrà mai in mente di controllare.

La scappatella occasionale subisce un boom statistico proprio durante il giorno di San Valentino, con 3 italiani su 5 predisposti a tradire prima images (13).jpgdell’uscita serale romantica con la moglie/fidanzata, e naturalmente vale anche per lei, che conta su mille scuse, dall’estetista, l’amica, lo shopping, il parrucchiere, la mamma e la lista sarebbe ancora lunga.

Nella maggior parte dei casi non si tratta nemmeno di relazioni stabili, ma di qualcosa che serve per sfogare le frustrazioni accumulate proprio nel rapporto di coppia storico, che va comunque salvaguardato davanti agli amici e parenti.

Sembra che solo il 35% si ritenga soddisfatto dalla vita di coppia, images (14)trasformando la trasgressione sessuale in una soluzione per fuggire dai legami prestabiliti, anche nel giorno di San Valentino, cinico ma realistico e pare ineluttabile.

Neanche a dirlo, questa giornata diventa un’occasione unica per chi intrattiene una relazione extra-coniugale stabile e pochi se la lasciano scappare. Difficile a credersi forse, ma c’è una differenza sostanziale tra quanto si spende per la images (4)compagna ufficiale, e quanto invece si è generosi con l’amante.

Sarà il gusto del rischio, oppure che i climi festivi solleticano i pruriti più nascosti, insomma per tre italiani su cinque a San Valentino si tradisce di più, e la festa degli innamorati rischia di trasformarsi nella giornata con più brivido da tradimento nella pausa pranzo. Appena il tempo di tirarsi su i pantaloni e via catapultati in un romantico ristorantino con la mogliettina a far luccicare la fede al lume di candela.

Cioccolatini, rose rosse e coccole col partner come se non ci fosse un images (3)domani, e poi dietro l’angolo anche San Faustino con l’amante per non scontentare proprio nessuno o con un partner occasionale. La stranezza è che, proprio nel giorno in cui una coppia dovrebbe sentirsi più intimamente connessa che mai, rischia di esplodere in mille pezzi, già perché l’imprevisto è dietro l’angolo, come confondere i pacchetti.

Molti non sono contenti del partner, non ne sono soddisfatti, ma da vigliacchi si resta incollati in un rapporto ammuffito.

Da questa frustrazione scatta micidiale la ricerca della scappatella pre (o post) cena romantica e avere il PIN del telefono del partner potrebbe dare risposte non gradite.

Dover dare delle attenzioni obbligate alla moglie per convenzioni imagessociali è vissuto come un obbligo. Insomma, un mix davvero letale. Come se non bastasse, ciliegina sulla torta, sette scappatelle su dieci scoccheranno proprio attraverso le mille risorse individuabili su internet.

Simona Aiuti


0 Risposte to “Il tradimento è d’obbligo a San Valentino”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


febbraio: 2016
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
29  

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: