Archivio per dicembre 2009

26
Dic
09

Menù di Capodanno

Il menù di Capodanno

Il Capodanno è arrivato: festa, divertimento, allegria, sono il motto di tutti. Ma ovviamente per un’eccellente riuscita della festa, non può mancare il menù di Capodanno. Se cercate ricette, proposte, idee per il vostro cenone o per il vostro pranzo, Romaexplorer.it vi consiglia alcuni link con ricette golose.

<!– chiusura diIl migliore casino online! Gioca adesso su JackpotCity!

–>
// //

Chi ha detto che il menù di Capodanno deve prevedere solo zampone e lenticchie? Capodanno è arrivato, la notte si è folleggiato fino ad arrivare alle ore piccolissime, ci si alza a fatica in orari tardivi rispetto alle abitudini quotidiane. Probabilmente la sera prima durante il lungo veglione si è mangiato in maniera caotica: con appunto le famose lenticchie della tradizione a mezzanotte. Il Cucchiaio d’Argento, famosissimo libro italiano di cucina nella sezione Menu, menù inverno, propone un eccellente menù di Capodanno. Per gli antipasti, dei deliziosi bignè alla crema di formaggi, degli scampi alla salvia, delle code di gamberi fritti in salsa rosa. Per i primi un delizioso risotto ai frutti di mare, per secondo il filetto di maiale in crosta, con contorno di cardi alla bagna cauda. Si finisce con due dolci: il budino al lime e il babà al caffè. Il menu Capodanno di Cucinaamoree.it ci incuriosisce con vari menù, con proposte sia di carne che di pesce, che vegetariani, per accontentare tutti i palati, anche quelli più difficili. Il migliore casino online! Gioca adesso su JackpotCity!Tra i menù di pesce, ci tenta con dei bauletti di gamberi, un risotto mantecato con mazzancolle, le sogliole con pinoli e basilico, i carciofi al limone per contorno, e come dolce un bel babà allo zabaione. Tra i menù di carne dei bomboloni di zucca, i bucatini in crosta, l’anitra al miele per secondo, per contorno, le cipolle ripiene e la bavarese alla boscaiola come dolce. Tra i menù vegetariani, il carpaccio di zucca, gli spaghetti basilico e cipolle, l’anello di zucchine, l’insalata di arancia e un dolce di mais e zucca. Le proposte di Mangiarebene.com nella sezione feste tradizionali, menù di Capodanno, vedono per antipasto un Insalata di aragosta “Felice Anno”, un risotto alla crema di tartufi, un polpettone di carne ricco in crosta che si può preparare anche il giorno prima, delle lenticchie e fagiolini in insalata, anche queste che si possono preparare il giorno prima, come contorni e una squisita Torta di mandorle e arancia “W il 2009” per la proposta per un menù di Capodanno economico guida passo passo sulla preparazione dello zampone con le lenticchie. Naturalmente dopo tutto il baillamme di cibo fatto durante le festività, non mancano quelli che desiderano festeggiare il capodanno con un menu leggero: Adieta.it presenta un menù di Capodanno light dall’antipasto al dolce. Dagli Involtini di belga su fleuron di sfoglia, che vantano un buon valore calorico e una eccellente completezza nutritiva, alla zuppa di crescione, ricca di sali minerali, al delizioso tronchetto di verdure, all’equilibrato sautè di frutta, con mele, arance, cannella, scaglie di mandorle e zucchero di canna con pochi grassi e molto gusto. Buon anno a tutti!

// // Il migliore casino online! Gioca adesso su JackpotCity!

Annunci
26
Dic
09

riciclare i regali

Dopo Natale riciclare i regali

Anche quest’anno molti di noi saranno rimasti delusi dai regali frettolosi e inutili ricevuti, oppure i doppioni si saranno impilati nei vostri armadi.

Il riciclaggio dei regali diventa un qualcosa di ineluttabile, e addirittura c’è chi li rivende online per ricavare almeno qualcosa, per rientrare dalla delusione d’aver mal riposto speranze, e fiducia.

Molti invece pur avendo sempre desiderato ricorrere a questo piccolo, innocuo, trucco, hanno preferito rinunciare per paura di essere scoperti e fare una brutta figura. In effetti, riciclare un regalo è un’impresa che richiede impegno e attenzione.

Il migliore casino online! Gioca adesso su JackpotCity!

Bisogna saperlo fare, infatti, se volete anche voi superare il pregiudizio e cimentarvi nell’impresa, continuate pure a leggere, nessuno verrà mai a saperlo.

La regola numero uno da rispettare per un perfetto riciclaggio del regalo è che questo sia intatto e non presenti la minima traccia di usura, prestate quindi grande attenzione allo stato della confezione originaria. A questo scopo può essere utile ad esempio non liberare scatole di profumi e libri dal cellophane. Se l’oggetto può destare anche il minimo sospetto di essere stato utilizzato lasciate perdere, rischiate la brutta figura.

Attenzione poi a non dimenticare di rimuovere biglietti di auguri e naturalmente badate di non restituire il regalo proprio a chi ve lo ha donato o a qualcuno che gli è particolarmente vicino, perché le voci girano. Anzi meglio ridonare l’oggetto a una persona proveniente da una cerchia di amicizia o parentela completamente differente. Allo stesso modo prendete nota, una volta deciso che il dono ricevuto!Il migliore casino online! Gioca adesso su JackpotCity!

Se con la persona che ci ha donato il regalo esiste un rapporto stretto e confidenziale, si può sempre tentare la carta del dialogo, magari confessando di averne ricevuto uno simile o di preferire una taglia più piccola. I margini di cambio sono abbastanza ridotti e se i gusti dell’altra persona sono completamente opposti ai nostri si può rischiare di peggiorare le cose, trovandosi magari a cambiare il primo dono con un secondo ancora peggiore.

In ultima analisi io non sarei troppo tenera con chi vi fa un pessimo regalo, poiché il mondo è pieno di taccagni, persone che comprano senza cura e a volte un brutto regalo è proprio un atto di scortesia contro voi, che valete molto più di un dono raffazzonato! Non preoccupatevi, perché non è necessario rassegnarsi alla condanna del regalo sgradito, poiché un’ultima spiaggia esiste ed è internet.

Simona Aiuti

26
Dic
09

capodanno a Parigi

Desiderate passare un Capodanno lontano da Roma, in qualche capitale europea, magari a Parigi? La scelta di un viaggio in questa città della Francia sicuramente vi darà l’oppotunità di visitare Parigi  in un periodo dell’anno in cui le decorazioni, le tante luci natalizie, i fuochi d’artificio di Capodanno renderanno le sue strade ancor più maestose e suggestive

// //

Come sappiamo Parigi ha molto da offrire: dalla cultura, i musei, le gallerie, ed i numerosi monumenti da visitare; prima tra tutti la Torre Eiffel dalla quale si può godere di un bellissimo panorama su tutta la città di Parigi…Per chi poi volesse tornare a Roma con qualche oggetto di moda, sicuramente avrà la possibilità di fare dello shopping di qualità negli Champs-Elysées e nelle grandi e uniche vie del centro.
Se non avete tempo di passare in un’agenzia di viaggi di Roma ma volete comunque avere l’opportunità di prenotare un viaggio a Capodanno, ci sono numerose agenzie di viaggi on-line che permettono la scelta e la prenotazione di alberghi, voli, viaggi e tutto ciò che possa riguardare la possibilità di passare il Capodanno a Parigi.
Per avere tutte le informazioni turistiche sulla città di Parigi, il portale Parigi.in può consigliarvi su posti e monumenti da visitare, dove mangiare, voli low-cost, appartamenti e hotel di tutte le categorie; possibile trovare anche articoli informativi su come passare il Capodanno a Parigi e racconti di viaggio. Il sito consente la prenotazione del volo, hotel di Parigi e auto direttamente on-line. Un sito utile per la ricerca dei viaggi e delle vacanze di Capodanno per ParigiViaggiafacile.info nel settore dedicato allo speciale per Natale e Capodanno, vi darà più possibilità e varianti per organizzare un Capodanno a Parigi e non solo. Entrate nelle voci che vi interessano del menu del sito segnalato, per scoprire così le possibilità di viaggio per capodanno… anche a Parigi. Se cercate un portale con una vasta scelta di alloggi in affitto per la vostra vacanza di Capodanno a Parigi: appartamenti, alloggi turistici, mini appartamenti, case di famiglia, B&B e hotel di tutti i tipi, su All Paris Apartments è possibile controllare la disponibilirà del posto scelto e prenotare on-line. All’interno del sito P&V, si trovano numerosi appartamenti e residence di Parigi adatti per due o più persone, da poter affittare per 7 giorni, ma anche per tempi più brevi; on-line si possono ordinare i vari cataloghi di viaggi su misura in località di prestigio, in appartamenti confortevoli, arredati e corredati nei minimi dettagli, oppure proposte dedicate alle famiglie e con il miglior rapporto qualità/prezzo. Per chi stesse cercando un week-end romantico a parigi, nel sito Miceinitaly è possibile trovare pacchetti in hotel e residence di categoria a 3 o 4 stelle; la società, di esperienza Il migliore casino online! Gioca adesso su JackpotCity!

ventennale, sul sito racconta di considerare il cliente un patrimonio insostituibile, di dare importanza alla raffinata professionalità del suo personale, di impegnarsi nell’offrire servizi di qualità per poter proporre un prodotto di alto livello e un rapporto qualità/prezzo ottimizzato al massimo.
Tra le varie proposte di soggiorni brevi e offerte per Capodanno non c’è che l’imbarazzo della scelta…buona vacanza a Parigi!

Il migliore casino online! Gioca adesso su JackpotCity!

26
Dic
09

Capodanno viaggi: a Capodanno i Viaggi di fine anno!

Il migliore casino online! Gioca adesso su JackpotCity!Capodanno viaggi: a Capodanno i Viaggi di fine anno!

Siete un gruppo di amici, una famiglia con bambini, dei single alla ricerca dell’offerta viaggi per Capodanno? Abbiamo selezionato per aiutarvi alcune agenzie viaggi specializzate nel promuovere offerte viaggi di Capodanno…

A partire da Ottobre si moltiplicano le offerte viaggi per Capodanno, sempre più specializzate nel soddisfare le richieste e i bisogni dei clienti, molte le destinazioni proposte: capitali europee, montagna, mare, crociere… Per chi è ancora indeciso e volesse una guida utile per i viaggi di Capodanno vi consigliamo Migliori Offerte Viaggi, sito con una sezione interamente dedicata ai viaggi di Capodanno, qui troverete idee e luoghi dove trascorrere e festeggiare il vostro Capodanno. Tante proposte di viaggi: capitali eurpee, crociere, viaggi esotici, soggiorni in agriturismo, vacanze in montagna, vi aspettano per salutare la fine dell’anno. Consultando le offerte viaggi di Capodanno ci si rende conto, fortunatamente che poter viaggiare non è più un lusso per pochi, così come non è necessario acquistare costosi biglietti d’aereo per raggiungere i paesi esteri, sono tante le agenzie che promuovono offerte viaggo per Capodanno con voli low cost, come ad esempio su Clictravel, dove è possibile prenotare direttamente on-line delle offerte speciali, delle crociere, dei pacchetti di volo + hotel e scegliere dei voli low cost; potete anche organizzare per intero il vostro itinerario di Capodanno, fissando le camere in tutte le città che desiderate visitare, per le notti necessarie. Tra le partenze di Dicembre c’è una vasta scelta tra numerosi paesi: Baleari, Canarie, Capo Verde, Cuba, Egitto, Giordania, Israele, Kenia, le grandi città, Mar Rosso, Il migliore casino online! Gioca adesso su JackpotCity!

Messico, Rep. Dominicana, Spagna, Turchia, Zanziabar… Se amate l’avventura e vi piacciono i tour, sul sito Shoestring potete scegliere tra 55 tour differenti in quasi tutte le parti del mondo, i viaggi hanno una durata che varia dai 7 ai 28 giorni e vengono organizzati con piccoli gruppi di persone, prevedendo una buona dose di libertà individuale, così avrete molto tempo per godervi la vacanza di Capodanno seguendo i vostri ritmi e andando a piacimento alla scoperta di tutto ciò che ogni destinazione ha da offrire. La Balticlassic Travel è un tour operator con sede a Tallinn, la capitale dell’Estonia, potete rivolgervi a loro sia che vogliate prenotare un soggiorno di una notte oppure organizzare la vostra vacanza a Tallinn, in Estonia o nei Paesi Baltici; sul sito è possibile visionare pacchetti viaggio per Capodanno per scegliere la vostra vacanza su misura. L’agenzia vi assicura assistenza prima e durante il viaggio e convenienza nel rapporto qualità – prezzo. Se poi cercate delle mete un po’ insolite in Italia, potreste pensare di passarlo in Puglia, la regione infatti, con le sue province, offre una ricca scelta di alternative che variano dalle mete storiche a quelle enogastronomiche senza dimenticare il divertimento! Su PugliaImprese trovate alcune indicazioni per trascorrere il vostro Capodanno in Puglia

Il migliore casino online! Gioca adesso su JackpotCity!


 

26
Dic
09

museo archeologico, Dario Pietrafesa risponde

.Il migliore casino online! Gioca adesso su JackpotCity!

 

“Valcento. Gli Ordini monastico-cavallereschi nel Lazio meridionale”  su OutNews

 

06/02/2008

L’ANGOLO DI HERMES, noto ed interessantissimo sito che si occupa di simbolismi, esoterismo, misteri storici, personaggi e luoghi enigmatici, curato dall’ottimo Dott. Giulio Coluzzi, ha inserito una puntuale recensione del libro “Valcento. Gli Ordini monastico-cavallereschi nel Lazio meridionale” del nostro Giancarlo Pavat, con prefazione di Alessandra Leo , per le Edizioni Belvedere di Latina. “Un libro appassionante per tutti i ricercatori del mistero e del simbolo” Leggiamo nella recensione “Una guida preziosa che conduce il lettore attraverso l’analisi delle simbologie e dei segni sulle pietre ritrovate sulle antiche chiese ma anche su altri edifici di epoca medievale” Il curatore del sito elenca tutta le serie di simboli che abbiamo imparato a conoscere, molti dei quali presenti anche a Villa Santo Stefano “Triplici Cinte, Fiori della Vita e Fiori dell’Apocalisse e tanti altri illustrati nelle pagine di questo sito, sono i testimoni muti e misteriosi della Sapienza del passato” E’ possibile che gli Ordini Monastico Cavallereschi, protagonisti del libro di Pavat, “fossero i custodi di una sapienza antica, di un bagaglio esoterico espresso attraverso simboli, schemi di gioco e motivi decorativi per i profani, ma scrigni di sapienza per gli iniziati”. Giancarlo Pavat attraverso “l’analisi dei segni e la ricostruzione storica della diffusione dei templari, Antoniani, Giovanniti e Cavalieri del Tau” conduce il lettore lungo un itinerario che attraversa “il simbolismo. In un linguaggio chiaro e di stampo divulgativo, rigoroso e seriamente documentato”. Non c’è che dire. Un ottimo viatico in previsione dell’attesissimo Convegno, organizzato da Giancarlo Bonomo, che si svolgerà a Trieste, sabato 16 febbraio 2008, ore 18.30 presso lo storico Caffè San Marco. E che avrà come protagonista proprio il libro “Valcento”. www.angolodihermes.com , info@angolohermes.com


 

21/01/2008

IL LIBRO “VALCENTO. GLI ORDINI MONASTICO-CAVALLERESCHI NEL LAZIO MERIDIONALE”SULLA RIVISTA MENSILE “HERA”  Continua a suscitare interesse nel mondo della cultura e dell’editoria il libro “Valcento. Gli Ordini monastico-cavallereschi nel Lazio meridionale” di Giancarlo Pavat, con la prefazione di Alessandra Leo, per i tipi delle Edizioni Belvedere. Ad ennesima riprova, arriva il riconoscimento alla validità del libro tributato dalla nota rivista mensile a tiratura nazionale “HERA”, Acacia Edizioni srl, diretta dal famoso ricercatore Adriano Forgione. Una pubblicazione che si occupa di miti, civiltà scomparse, misteri archeologici, e che riveste un ruolo di primo piano in questo determinato settore. Orbene, nel numero di gennaio 2008, appena uscito nelle edicole, è stata inserita la fatica letteraria del nostro Giancarlo Pavat. Il libro, definito “sorprendente” nella breve recensione che accompagna la foto della copertina (che, ricordiamolo, è stata realizzata dal giovane e straordinario disegnatore Simone Cipolla) e che spiega come il volume si occupi della presenza dei Templari e degli altri Ordini attraverso l’analisi “di una serie di simboli, manufatti, siti, alcuni misteriosi, molti inediti”, si trova nella rubrica “Libri ed altre tentazioni…”. Una vetrina che ogni mese propone ai numerosissimi lettori, libri ed altre pubblicazioni sulle tematiche oggetto del mensile. E’ probabile che nei prossimi mesi la rivista “Hera” tornerà ad occuparsi di “Valcento”. Non possiamo che essere fieri del fatto che un libro scritto dal nostro, ormai, concittadino a tutti gli effetti e che si occupa di Villa Santo Stefano e della nostra vallata venga consigliato ad appassionati, ricercatori, studiosi di tutta Italia.


 

dicembre 2007

IL PROF. DARIO PIETRAFESA PROTAGONISTA SUL MENSILE “IL FINANZIERE”

L’archeologo Dottor Dario Pietrafesa, Direttore del Museo Archeologico di Frosinone e di quello di Alatri, protagonista di un ampia intervista sull’autorevole e prestigioso mensile illustrato “IL FINANZIERE“, organo ufficiale del Corpo della Guardia di Finanza. Con il quale Pietrafesa ha collaborato nella lotta per la tutela del patrimonio archeologico ed artistico del nostro paese.

IL FINANZIERE“, Periodico a tiratura nazionale, fondato nel lontano 1886, che non si occupa soltanto di argomenti attinenti i compiti istituzionali della Guardia di Finanza, ma anche di tematiche d’attualità e di cultura. L’intervista a Pietrafesa su questa testata istituzionale conferma le capacità professionali, culturali e scientifiche dell’archeologo ed il valore delle due istituzioni che lui dirige.

Il Museo Archeologico del capoluogo ciociaro, situato nel centro storico, non lontano dalla Cattedrale di Santa Maria Assunta. Il Museo, istituito nel 1972 e riaperto al pubblico nel 1994, ospita importanti collezioni archeologiche divise in tre sezioni. Preistoria e Protostoria, Età Arcaica ed Età Romana. Quello di Alatri, invece, ha sede presso Palazzo Gottifredo del XIII secolo, nel cuore della città megalitica. Nato nel 1934 e riaperto anch’esso ai visitatori negli anni ’90 dopo il restauro dell’antico edificio, ora di proprietà del comune.

Pietrafesa, salernitano, laureato il lettere classiche con specializzazione in archeologia, è particolarmente conosciuto a Villa Santo Stefano, oltre che per l’amicizia che lo lega a molti santostefanesi, soprattutto per aver partecipato ad iniziative culturali d’ampio respiro. Ricordiamo l’interessante conferenza tenuta in paese durante la “Settimana della Culturadel 2005, organizzata dall’Amministrazione Comunale. La quale verteva sui ritrovamenti a Frosinone, in località Fontanelle, di tre antiche tombe, di una capanna rettangolare ed una fornace. Inoltre si è avuto modo di incontrarlo a concerti del Coro Polifonico e, recentemente, lo scorso 10 novembre, sedeva in prima fila alla presentazione del libro “Valcento. Gli Ordini monastico-cavallereschi nel lazio meridionale” di Giancarlo Pavat, Edizioni Belvedere.

L’intervista pubblicata su “IL FINANZIERE” di novembre 2007, a cura del Dott. Antonio Del Piano della redazione dello stesso mensile, spazia a 360° gradi sui gioielli artistici, storici, archeologici della Ciociaria. Un patrimonio come pochi in Italia, che, purtroppo, non si riesce a valorizzare a dovere. Inficiando, quindi, anche l’opportunità di creazione di occasioni e posti di lavoro soprattutto per i giovani. Ma particolare attenzione viene posta anche su alcune emergenze artistiche della città Ernica, che negli ultimi tempi sono tornate a far parlare di se. Come il misterioso affresco del Chiostro di San Francesco, riproducente la figura di Cristo al centro di un enorme labirinto. L’enigmatica vicenda di questa opera d’arte che sembra costituire un vero e proprio “unicum” nel panorama iconografico di duemila anni di storia, viene approfondita in un articolo a firma di Giancarlo Pavat, sempre sul medesimo numero de “IL FINANZIERE“, che arricchisce l’intervista a Pietrafesa.

Su questo particolare oggetto non si può dire molto” spiega il dottor Pietrafesa, rispondendo a duna specifica domanda del redattore Del Pianopoiché l’affresco è stato reindividuato di recente. Reindividuato perché se ne conosceva l’esistenza ma era stato trascurato in seguito alle diverse vicissitudini del luogo dove è conservato. Questo affresco è inserito in una piccola intercapedine, in una zona di difficile accesso all’interno del Chiostro della Chiesa di San Francesco di Alatri. Soltanto in occasione di recenti lavori di ripristino del Chiostro si è potuto procedere allo svuotamento dell’intercapedine e si è riuscito a vedere con maggior dettaglio ed attenzione questo affresco. L’affresco è molto interessante, in quanto rappresenta un Cristo benedicente inserito all’interno di un labirinto. Questa è una rappresentazione, che per ora, sembra molto poco diffusa nel mondo della pittura sicuramente medioevale. Attualmente studi sull’oggetto specifico non ne sono stati fatti. E’ stata proposta un’ipotesi di datazione ad epoca paleocristiana che dovrà essere verificata con ulteriori indagini. Stesso discorso vale per le attribuzioni ad a situazioni ben attestate altrove, come quelle legate alla presenza di Templari e di gruppi monastici di questo tipo, che sono sicuramente attestati in altri territori ma che fin’ora ad Alatri non hanno alcuna documentazione certa. Ecco perché ad oggi non si può escludere nulla di quello che è stato detto, però una migliore attribuzione, una migliore interpretazione di questo affresco potrà essere fatta soltanto progettando e programmando nuovi studi e nuove ricerche. Studi e ricerche, che nel caso specifico, potranno essere realizzati soltanto qualora venisse organizzata una migliore fruibilità del monumento, perché l’affresco è inserito in una piccola intercapedine, uno spessore limitato, in uno dei corridoi secondari del Chiostro e quindi sarebbe prioritario ricavare uno spazio più adatto sia per la fruibilità al pubblico, ma soprattutto per poter progettare e programmare un intervento di restauro adeguato, che è forse la cosa di cui c’è maggiore necessità nell’immediato, sia gli eventuali studi e ricerche che ci potranno aiutare a comprendere meglio l’epoca e la dest

19
Dic
09

Cenone di Natale

Il Cenone di Natale

Tradizione tipicamente del sud, il cenone di Natale è un appuntamento importante per moltissime persone che aspettano il 24 dicembre, oltre che per festeggiare nella grande famiglia, rivedere parenti stretti e parenti più lontani, scambiarsi regali, diventa anche l’occasione per un’ottima cena. Vediamo insieme alcune ricette del cenone Natale più tipiche.Il migliore casino online! Gioca adesso su JackpotCity!

 

Il cenone di Natale è una tradizione prevalentemente del sud: normalmente nel nord si festeggia con il pranzo di Natale del 25 dicembre. A Roma la vigilia di Natale si festeggia con una cena a base di pesce, generalmente. In tempi più lontani, la cena della Vigilia di Natale doveva essere molto leggera, senza carne, esattamente come il mercoledì delle ceneri e il venerdì santo, nell’attesa del bambinello Gesù. Ora è rimasta solo la tradizione del cenone di Natale a base di pesce, anche se la chiesa non prevede alcuna restrizione per quella data. Il migliore casino online! Gioca adesso su JackpotCity!

Il menù si presenta tutt’altro che leggero. Le ricette del cenone di Natale di Cookaround.com negli speciali della Vigilia sono delle sfiziose creazioni a base di pesce: si inizia con i crostoncini all’anguilla marinata, si prosegue con la mousse di salmone e le capesante allo zafferano come antipasti. Come primo piatto dei delicati gnocchetti al limone, mentre il capitone bianco, di tradizione napoletana e non solo, sarà il secondo piatto. Il menù di Cookaround termina con una bavarese alle pere. Per tutti quelli che non amano il pesce, il sito Tidolaricetta.it propone un menù di Natale quasi completamente vegetariano: cestini di pane con trittico di verdure, una bella torta di carciofi, il soufflè di patate con pancetta (unica nota non vegetariana del menù), i carciofi alla giudia di chiara ispirazione romanesca e un bel rotolo ricotta e cioccolato. Il cenone del Natale di Kucinare.it è tipicamente del napoletano: spaghetti con vongole o ai frutti di mare, baccalà e capitone fritto, pesce al forno, un’insalata di rinforzo, l’eccellente pizza alla scarola, e per finire, frutta secca, rococò, susamielli. Non resta che andare ai fornelli e prepararsi per il cenone di Natale più consono ai propri gusti!

Il migliore casino online! Gioca adesso su JackpotCity!

19
Dic
09

Cenone di Natale




Annunci
dicembre: 2009
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031