08
Dic
09

Inter dentro calciopoli! Restituisca…e taccia!

GRAVI ACCUSE A MORATTI

“L’INTER MI PAGO’ PER SPIARE E  PEDINARE I GIOCATORI”

Emerse clamorose rivelazioni agli inquirenti dell’investigatore privato Emanuele Cipriani, agli arresti domiciliari per il caso Telecom. La società nerazzurra ed il suo presidente non facevano pedinare solo Vieri e l’arbitro De Santis, ma anche Mutu, Jugovic e chissà quanti altri. «Il compenso per l´attività svolta mi è stato corrisposto dall´Internazionale F. C. a cui ho fatto pervenire fattura della W. C. S società estera», ha rivelato il detective. Altro che Corona e Vallettopoli…

Non solo Vieri, Ronaldo e l’arbitro De Santis, ma anche Mutu e Jugovic, giocatori dell’Inter sette anni fa, vennero tenuti sotto controllo da detective privati. «Il compenso per l’attività svolta mi è stato corrisposto dall’Inter a cui ho fatto pervenire fattura della W.C.S società estera». È quanto ha dichiarato agli inquirenti Emanuele Cipriani, titolare della società investigativa Polis d’Istinto. Cipriani, che è agli arresti domiciliari per la vicenda dei dossier illegali, ha reso queste dichiarazioni al pm Fabio Napoleone in un interrogatorio dello scorso 21 novembre. Cipriani ha spiegato al pm che si era trattato di un incarico ricevuto da Giuliano Tavaroli, l’ex capo della security di Telecom anche lui arrestato. «Mi chiese di svolgere un’attività investigativa approfondita comprensiva di pedinamenti e di rilevamenti su tutte le persone che i giocatori frequentavano nella vita privata. L´attività si è compendiata anche in appostamenti sotto casa ed in pedinamenti, oltre che nella acquisizione di informazioni delle banche dati Sdi ed Anagrafe Tributaria».
Cipriani ha anche precisato di aver analizzato le società a cui i quattro calciatori «erano interessati». E sul perchè non avesse fatturato come Polis D’Istinto, Cipriani ha risposto: «Perchè nelle intenzioni dell’Inter era opportuno che l’investigazione non risultasse o comunque fosse difficilmente individuabile». Insomma, indagini a 360°, alla ricerca chissà di cosa. Dovrebbe essere l’Inter a spiegare il motivo di queste indagini: qui infatti non si tratta di verificare a che ora (e magari con chi…) i giocatori andavano a letto. Ma qualcosa di ben più incisivo. Si tratta di vicende sicuramente prescritte per quanto riguarda la giustizia sportiva (tanto per cambiare). Certo sollevano mille domande, che tuttavia rimarranno tali, per quanto riguarda l’Inter società. Al massimo, come detto, potrebbero arrivare delle spiegazioni, delle motivazioni. I verbali che riguardano Cipriani e Tavaroli sono da tempo al vaglio dell’Ufficio indagini che sui casi Vieri e De Santis ha già provveduto anche a diversi interrogatori. Per il giocatore la vicenda potrebbe chiudersi con una prescrizione, mentre per il dossier sull’ex arbitro, toccherà a Palazzi, presumibilmente subito dopo Pasqua, decidere per il deferimento o, in caso di nuovo materiale, per un supplemento d’indagine. Su Moratti, dunque, si annunciano nuove polemiche. Che verranno respinte al mittente, sia per il tempo che ormai è trascorso, sia perchè ormai il presidente nerazzurro è tutto concentrato a preparare i festeggiamenti per il tricolore in arrivo. Sperando che alla luce dei fatti sopra elencati abbia il pudore di non chiamarlo ancora una volta “scudetto degli onesti”.    


0 Risposte to “Inter dentro calciopoli! Restituisca…e taccia!”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


dicembre: 2009
L M M G V S D
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: