08
Mar
17

Donne all’assalto, donne in carriera

IMG_20170128_161204

Simona Aiuti

Si festeggia l’8 marzo, ma con quali presupposti? Feste scalmanate, tipe wanna be che si smutandano in discoteche in cui si svolgono feste a tema, in cui giovanotti muscolosi si denudano pure l’oro e basta solo pagare l’obolo. E intanto in Italia le donne non se la passano affatto bene. Il gentil sesso, sarà perché è troppo gentile, deve fare i salti mortali per sopravvivere, visti i femminicidi, ed è una grazia se trova un lavoro decente e riprodursi poi è un vero miracolo.

Qualcuno a ragion veduta potrebbe chiedesi: “ma che avranno le donne italiane da festeggiare?” E come dargli torto?!

Nel Bel Paese le donne non attraversano un grande periodo di vacche 78cbc67886140febcd12f0c6f60f0f5fgrasse, e sarà per la crisi che proprio non ci vuole lasciare, sarà per una congiunzione economico/culturale che tende a cadere in picchiata, insomma le donne stanno arrancando e il problema vero è che moltissime non ne hanno una vera consapevolezza.

La famosa “sorellanza” è ancora molto lontana dal realizzarsi, quindi, se noi stesse non ci amiamo, non facciamo gruppo, non ci spalleggiamo e passiamo il tempo a litigarci un fidanzato, come cagne che si litigano un osso, che speranza abbiamo che gli uomini ci prendano sul serio.

L’otto marzo giriamo come oche giulive brandendo mazzolini di mimose come se fossero una bacchetta magica della fata madrina con l’espressione più beota che si possa immaginare, tra l’astigmatico e il rincitrullito e intanto nei posti di potere di donne ce ne sono ben 81d8297e68e7c189699bc92d9bab7e34.jpgpoche, ma che importa?! Intanto ci facciamo tremila selfie e sembra che la vita sia tutta lì.

Le ragazze italiane sembrano occupate per lo più a mettersi il gel sulle unghie, a piastrarsi i capelli e a mettere insieme i soldi per un intervento di chirurgia estetica, e intanto il mondo va da un’altra parte.

La politica non si occupa delle donne che di fatto non stanno facendo più figli, a parte le donne straniere che spesso, nulla tenenti, vengono qui a partorire e ci passano davanti in lista per gli asili nido e tutta l’assistenza medica è gratis. Le ragazze italiane spesso vanno all’estero per costruirsi una professione, figuriamoci se riescono a ipotizzare di mettere su famiglia e intanto la politica sta a guardare.0c4f1e062ef0a89c0e726f5035f2824d

Addirittura sembra che la vita stessa delle donne italiane non valga niente, altrimenti non si spiega il fatto che chi uccide una donna, in questo paese se riconosciuti colpevoli, possono essere condannati anche solo a sedici anni di reclusione. Vale così poco la nostra vita? E con questi presupposti come possiamo credere ancora nella giustizia?

Simona Aiuti

 

Annunci

0 Responses to “Donne all’assalto, donne in carriera”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


marzo: 2017
L M M G V S D
« Gen   Apr »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: