06
Ago
16

Il Bar delle donne di Simona Aiuti

Foto2597.jpg

simona aiuti

Fin da piccole, le donne si educano all’amore da sole, all’amore per un uomo, per un figlio, verso le amiche, e tutto quel collante d’affetti che ci sta attorno è semplicemente il nostro micro cosmo che coltiviamo e difendiamo con una forza che spesso non sappiamo nemmeno d’avere e che talvolta non riusciamo a contenere nell’epoca dei rapporti 2.0. ci educhiamo a tenere assieme il nostro e lo facciamo con le armi che abbiamo. Organizzando la nostra vita, trangugiando caffè o un white lady, senza aver paura di prendere una sbronza, senza pudore, che il pudore non c’è più, ci intralcia come una calza smagliata. Ciproduct_thumbnail.jpg rialziamo dopo ogni caduta, una sistemata al reggiseno, una al tanga e via, di nuovo in pista, per sesso o per amore

Questo Bar per molti può essere e forse è solo un locale anonimo e male arredato, tuttavia io amo definirlo il “nostro Bar”, quello delle mie amiche, delle donne, il cerchio magico, e non perché sia frequentato solo da un nugolo di papere che ordina the in inverno e aperitivi analcolici in estate, e non è nemmeno elegante o di tendenza. Per una serie di motivi, questo è il luogo dove molte di noi si ritrovano o dove finalmente approdano dopo un fallimento, o 83bc484b9d0aa903c66bf6ba7986c247dopo essersi soffiate il naso dopo un lungo pianto, dove passa un pezzo della nostra vita, da dove si vedono i figli giocare, i compagni e i mariti, passare e fermarsi per una birra; da qui si vede la vita del paese scorrere, ed è un pezzo della nostra identità. Tutti in paese si scelgono un locale come punto di riferimento, e noi da ragazzine decidemmo che non avrebbe potuto che essere questo il nostro Bar, e da allora gravitiamo ancora qui attorno.

Ogni giorno, un sabato dopo l’altro, una stagione dopo l’altra, s’intrecciano le nostre vite, e le nostre lacrime hanno lavato questi cazzo di tavoli di medio valore vecchi e graffiati, anzi di valore medio basso, perché l’arredamento è sempre lo stesso da almeno vent’anni,images (25).jpg ma le tovagliette, quelle sì, quelle sono carine, le abbiamo scelte sul catalogo con Laura, la proprietaria.

Abbiamo deciso qui buona parte dell’organizzazione del matrimonio di Manola, molti compleanni, le gite fuori, e abbiamo anche cercato di trovare una soluzione per ogni problema. Qualche volta ci siamo riuscite, o comunque c’abbiamo messo una sempre pezza. Abbiamo 5e3212eaa935cce9f68729e3ae328f16.jpgaiutato l’amica di turno che non sapeva a chi lasciare i bambini, e come quadri bloccati, cristallizzati nel tempo, vediamo tante vite che ci scorrono davanti. Quella di Luca, che combatte con una moglie alcolizzata e un bambino da tirare su, della farmacista nerd Francesca Mastrodomenico e molte altri. Risate e lacrime in questo palcoscenico che è la vita, con qualche marito che ti tradisce, una mamma anziana d’accudire e un’amica che ti fa da gancio per un amante, e meno male che c’è.

Il locale è centrale, su una via di passaggio obbligato, e alla fine tutto il paese passa di qui, e lascia sempre qualcosa, anche se non lo sa; uno strascico, un motivo per farci parlare, forse è sbagliato, ma è così che succede al paese.

Simona Aiuti

 

 

 

 


0 Risposte to “Il Bar delle donne di Simona Aiuti”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


agosto: 2016
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: