22
Gen
15

#RaffaellaCarrà il mito!

Raffaella-CarràE’ tornata la “Carrà”, inossidabile, in forma smagliante, neanche dormisse in una camera iperbarica, senza un filo di grasso e più che mai “Icona gay”, anzi gaissimaL’italiano medio e anche il giornalista medio italiano fa un po’ fatica a capire quanto sia idolo, icona e stilosa una donna come la Carrà, una delle poche intorno alle quali si può costruire un intero programma, insomma, c’è chi può e chi non può, e lei sembra potere tutto, o quasi.

I suoi fans hanno avuto quello che volevano, e quello che si fa con Raffaella, loRaffaella-Carra-1979-Small si può fare colo con Madonna o Lady Ga Ga e scusate se è poco.E’ ovvio che gli altri giudici sono un po’ subalterni alla Raffaella biondissima, vuoi per esperienza, vuoi per l’età e lo spessore, insomma, tant’è, anche loro sono un po’ alle prime armi, che altro avrebbero potuto fare?

Tutto era in perfetto stile “Raffa”, specie i grandi balletti, altro genere che il popolo non tradizionalmente etero adora.

carrà-canzoniE’ autocelebrazione quella che si vede? Bene, è quello che il pubblico vuole, un grande pubblico evidentemente, visto che “Raffaellissima” ha vinto la serata a mani basse, ed erano tutti là per lei. Stivale a mezza coscia, minigonne, zeppe e plateau storici, lustrini e uno stile assolutamente cucito addosso a lei e che altro volevano i benpensanti? Vederla vestita come La Bonino?

Forse qualcosa di diverso si poteva raccattare tra i giudici, infatti è rimasto molto in ombra il ballerino di flamenco che due lezioni di lingua italiana per corrispondenza poteva prenderle e devo dire che ha la personalità di una locusta sbronza, forse ha appena lasciato e salutato gli amici del cenone di capodanno, perché una cosa è certa, balla poco e “magna” un casino. Poi abbiamo uno stilista tedesco, pure lui, poco azzeccato, e incolore, direi del tutto incapace di interagire nella lingua nostrana, ma dalla Merkel in poi la Germania docet, e forse lo fa in modo inopportuno.

Dopo tutto, perle di saggezza non ce le possiamo aspettare da uno che ha avuto come fidanzate la Yespica e la Capriotti.

Carina Asia Argento, che vira decisamente verso il dark come look, e ha nel tono della voce, la grazia che aveva Giovanni Trapattoni quando dava una bella ripassata alle sue squadre negli spogliatoi. Solo che lei ha un’inflessione e un accento marcatamente romanesco e un vocabolario limitato, dicendo continuamente ai concorrenti che gli manca la “parola”, neanche fossero “REX”.

imagesTrai concorrenti, diciamoci la verità, c’era una percentuale di gay elevatissima, ma solo perché non volevano farsi scappare l’occasione di essere al cospetto di “nostra signora del tortellino Raffaella”, non so se mi spiego. Se la sera del programma ci fosse stato un raduno gay, sarebbe andato a monte, infatti, erano tutti o davanti alla tele per la diva, o hanno cercato di vederla da vicino candidandosi.

Abbiamo visto ex Carramba Boys che sono diventati drag queen ettepareva, criptogay, giovani vecchi, ragazzine in cerca di fortuna, ma tutti a pendere dalle labbra dell’emiliana più famosa del mondo.

In molti hanno criticato la Carrà, ma lei è un’icona, come Madonna, Maria Callas, e non deve cambiare, il pubblico non la riconoscerebbe. Comunque ha vinto la serata, ha avuto il top del suo pubblico, ha trovato qualche talento da coltivare, può mettere ancora la minigonna a 70 anni suonati e solo per questo ha svangato alla grande.

Simona Aiuti


0 Risposte to “#RaffaellaCarrà il mito!”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


gennaio: 2015
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: